skip to Main Content

Un viaggio unico attraverso gusti,
colori e atmosfere
che non potranno lasciarvi indifferenti.

ramo

Il paesaggio che circonda il ristorante, la rappresentazione visibile della città in cui Sansui nasce come idea e come luogo. Rimini, come un lembo di terra che si affaccia sull’acqua. Da questa idea il passaggio è stato breve. Il dipinto dell’artista calligrafa Shinsui Funatsu ha fatto il resto. L’artista ha donato a SanSui la sua forma più viva, la sua essenza. La tradizione della pittura sumi-e (la pittura di paesaggio per i giapponesi) vuole non che si rappresenti la natura ma che se ne colga l’essenza.

Una pittura che abbandona ogni forma o dettaglio superfluo, come il disegno.

Il dipinto deve essere vivo, non copiato.

Per dipingere il bambù, ne dobbiamo sentire la “consistenza”, il tronco, i rami, sentirne il fruscio delle foglie mosse dal vento, o ancora bagnate, pesanti di pioggia. Lo spirito dell’artista deve impregnarsi di queste sensazioni queste essenze, e diventare il bambù.

Allora e solo allora, prenderà il pennello e lascerà andare la mano. Non c’è tecnica, né risultato, il bambù non si copia, si crea sulla carta di riso che non ammette sbagli o ripensamenti. mentre lo spirito si raffina nella visione di un paesaggio come il riflesso stesso della vita originaria e della natura.

SanSui nasce così. Il paesaggio vivo del Giappone, dipinto sul mare Adriatico.

Back To Top